Ciao a te e benvenuto nel forum della Associazione Culturale ZONACUSTICA. L'obiettivo di questo posto è dare spazio a chi ha voglia e bisogno di disquisire riguardo alla MUSICA ACUSTICA, con particolare attenzione per la musica di chitarra.
 
IndiceFAQCercaGruppiRegistratiAccedi
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Argomenti simili
  • » RECORD COLLECTOR PRICE GUIDE 2010 (LE PAGINE DEGLI U2)
  • » (CZ) cavi di potenza HFG PF One by Hifi Guide
  • Ultimi argomenti
    » Open Mic presso El Magasin "soto le visele"
    Mer Giu 21, 2017 11:30 pm Da pacoseven

    » Aiuto per una Tab
    Lun Giu 19, 2017 12:36 pm Da Mr.Ovescion

    » serata Bi-folks / Florio pozza
    Mar Giu 13, 2017 11:35 pm Da Jo

    » Le chitarre più brutte
    Lun Giu 05, 2017 9:03 am Da Guerino

    » Present-azione (Azione del presentarsi...)
    Mer Mag 31, 2017 9:36 am Da Gian

    » Vengo anch'io (...)
    Mer Mag 24, 2017 9:58 am Da Jo

    » Guitar show Padova 21 maggio
    Lun Mag 22, 2017 5:44 pm Da pacoseven

    » chitarra per iniziare
    Dom Mag 21, 2017 4:23 pm Da Flatpicker89

    » CHITARRE X SOGNARE XI Edizione
    Mer Mag 17, 2017 2:35 pm Da Jo

    » FRANCO MORONE: Seminario annuale
    Mer Mag 17, 2017 11:40 am Da Jo

    I link degli amici
    logo







    musicisti
    GIOVANNI FERRO
    Chi è in linea
    In totale ci sono 2 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 2 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

    Nessuno

    Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 61 il Ven Nov 18, 2011 4:34 pm

    Condividere | 
     

     Alternate Tunings Guide

    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
    Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
    AutoreMessaggio
    MarkSkywalker

    avatar

    Messaggi : 821
    Data d'iscrizione : 24.10.09

    MessaggioTitolo: Alternate Tunings Guide   Gio Set 09, 2010 7:53 pm

    Un bel sito dove spiega le varie accodature alternative....spero possa essere utile, comunque sempre buono da tenere on file.
    Se andate in fondo alla pagina potete fare il download di tutto il file completo :

    http://eceserv0.ece.wisc.edu/~sethares/alternatetunings/alternatetunings.html
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Gio Set 09, 2010 8:22 pm

    Le accordature alternative sono da fighetti progressisti...W la standard
    Tornare in alto Andare in basso
    wayx

    avatar

    Messaggi : 410
    Data d'iscrizione : 28.10.09
    Età : 58
    Località : Firenze

    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Gio Set 09, 2010 10:50 pm

    Tabiai ha scritto:
    Le accordature alternative sono da fighetti progressisti...W la standard

    Ti quoto...come ti quoto...anzi, te l'appoggio... Laughing

    Scherzi a parte...già ho le mie difficoltà con la standard...figuriamoci con altre...seeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee...nella prossima vita...forse clown
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente https://soundcloud.com/paolowayx
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Gio Set 09, 2010 11:19 pm

    Mmmh, di solito chi non usa le accordature aperte lo fa per pigrizia (compreso il sottoscritto). Eppure con gli open tunings a volte si scoprono sonorità sconosciute della propria chitarra; mai provata ad esempio la DGCGCD? provare, provare...
    Tornare in alto Andare in basso
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Gio Set 09, 2010 11:54 pm

    veramente è l'opposto, con le aperte le diteggiature sono più facili e qualsiasi cosa spari risulta gradevole all'orecchio
    Tornare in alto Andare in basso
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 12:13 am

    Tabiai ha scritto:
    veramente è l'opposto, con le aperte le diteggiature sono più facili e qualsiasi cosa spari risulta gradevole all'orecchio

    parlavo di suono non di musica; intendo dire che alcune sonorità della chitarra possono emergere più evidenti e risultare particolarmente esaltate
    Tornare in alto Andare in basso
    Guidog

    avatar

    Messaggi : 542
    Data d'iscrizione : 27.10.09
    Età : 56
    Località : Milano

    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 9:23 am

    Tabiai ha scritto:
    Le accordature alternative sono da fighetti progressisti...W la standard

    senti, bieco reazionario, scommetto che anche in altri contesti usi solo la posizione standard. Noi invece fighetti progressisti spaziamo e sperimentiamo parecchio, oh si' Cool

    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Umberto

    avatar

    Messaggi : 189
    Data d'iscrizione : 01.11.09
    Età : 54
    Località : Bologna

    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 9:30 am

    Guidog ha scritto:
    Tabiai ha scritto:
    Le accordature alternative sono da fighetti progressisti...W la standard

    senti, bieco reazionario, scommetto che anche in altri contesti usi solo la posizione standard. Noi invece fighetti progressisti spaziamo e sperimentiamo parecchio, oh si' Cool


    Parole sante guido!!!
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 9:36 am

    note per sabato:
    ricordarsi di portare cerotti, bende, disinfettante, analgesici... Shocked
    Tornare in alto Andare in basso
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 10:20 am

    Whè sfinzi, in DADGAD ho composto due brani...ma alla fine mi annoia e mi rendo conto che ci si livella con la media di ciò che si ascolta in giro.

    Guido, ti ricordo che a 50 anni con l'uscire troppo dagli standard si rischia di restare incastrati (vedi colpo dell astrega) lol!
    Tornare in alto Andare in basso
    Luciano

    avatar

    Messaggi : 83
    Data d'iscrizione : 02.04.10
    Età : 48
    Località : Firenze

    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 10:34 am

    MeMyGuitar ha scritto:
    Tabiai ha scritto:
    veramente è l'opposto, con le aperte le diteggiature sono più facili e qualsiasi cosa spari risulta gradevole all'orecchio

    parlavo di suono non di musica; intendo dire che alcune sonorità della chitarra possono emergere più evidenti e risultare particolarmente esaltate

    assolutamente vero... certe sonorità possono venire esaltate in maniera incredibile!
    Per quanto riguarda la musicalità alla quale si riferisce Tabiai, bè... dipende dagli intervalli dell'open tuning... ce ne sono alcune che sfiorano la cacofonia... non sempre hanno l'effetto della DADGAD!
    Personalmente ne uso diverse (Wayx ne sa qualcosa...) e solitamente sono accordature che sviluppo durante la scrittura di un brano, in funzione delle soluzioni "armoniche" che voglio ottenere, con minimo sforzo e massima resa...
    Ciao!
    L.
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente http://www.lucianopizzolante.weebly.com
    MarkSkywalker

    avatar

    Messaggi : 821
    Data d'iscrizione : 24.10.09

    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 11:28 am

    Tabiai ha scritto:
    Whè sfinzi, in DADGAD ho composto due brani...ma alla fine mi annoia e mi rendo conto che ci si livella con la media di ciò che si ascolta in giro.

    solo perche' non la studi....il pericolo delle accordature aperte e' quello che ci portano dove vogliono loro, ma se vengono studiate poi non ti annoiano e puoi essere piu' in controllo....con la DADGAD puoi suonarci anche jazz e non devi essere Bensusan per farlo. Ovviamente se uno preferisce fare i classici 3 accordi con il dito indice(in DADGAD) lo puo' fare benissimo,ma e' davvero troppo limitante.

    Ci puo' essere anche molta monotonia e noia in accordatura standard se non la si conosce bene con il rischio poi di ripetersi.
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    MarkSkywalker

    avatar

    Messaggi : 821
    Data d'iscrizione : 24.10.09

    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 11:31 am

    Ma qualcuno si e' almeno scaricato il PDF?
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 11:37 am

    Io si
    Tornare in alto Andare in basso
    wayx

    avatar

    Messaggi : 410
    Data d'iscrizione : 28.10.09
    Età : 58
    Località : Firenze

    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 12:02 pm

    Devo dire che il buon Luciano fa un uso delle open tunings che non mi dispiace...non ottiene sonorità o passaggi omologati e devo convenire che anche Marco ha le sue buone ragioni...accordature aperte permettono una diteggiatura più agevole e meno impegnativa ma occorre, credo, sapienza nell'uso altrimenti si ottengono sempre le solite, ariose e sempiterne sonorità.

    Personalmente sto testando l'accordatura a me congeniale..ABCDEF....in questa configurazione Robert Fripp mi fa una...manipolazione inguinale lol! lol! lol! lol!
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente https://soundcloud.com/paolowayx
    Guidog

    avatar

    Messaggi : 542
    Data d'iscrizione : 27.10.09
    Età : 56
    Località : Milano

    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 12:53 pm

    Una delle accordature da me preferite e' la DEFECA, la uso tutti i giorni con profitto, LoL

    Scherzi a parte, anche a e piace l'uso non banale delle accordature aperte, anche se credo che imparare da zero un'accordatura per suonarci di tutto sia un'operazione pressoche' inutile, oltre che dispendiosissima. Un'accordatura aperta nasce proprio perche' non vuoi suonarci di tutto
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 1:09 pm

    Pienamented'accordo!!!

    Io uso spesso anche la ETROMB che da molte soddisfazioni
    Tornare in alto Andare in basso
    MarkSkywalker

    avatar

    Messaggi : 821
    Data d'iscrizione : 24.10.09

    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 3:12 pm

    Guidog ha scritto:

    Scherzi a parte, anche a e piace l'uso non banale delle accordature aperte, anche se credo che imparare da zero un'accordatura per suonarci di tutto sia un'operazione pressoche' inutile, oltre che dispendiosissima. Un'accordatura aperta nasce proprio perche' non vuoi suonarci di tutto

    Non parlo di imparare da zero anche perche' se parliamo di DADGAD come di altre, hai sempre delle corde che rimangono in standard. Basta usare un po' di piu' il brain e cercare soluzioni diverse.
    Certamente se devo suonare jazz o magari blues non utilizzo accordature aperte poiche' ormai ho tanto studio in standard alle spalle, ma per il genere che suono principalmente la DADGAD ha la sonorita' che amo di piu' soprattutto in termini di accompagnamento....ci sono anche musicisti che usano la standard o dropped d, ma il suono e' piu' secco. Il tutto e' legato al nostro orecchio e alle nostre capacita' e soprattutto non fare suonare l'accordatura ma musica.
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 3:16 pm

    MarkSkywalker ha scritto:
    Ma qualcuno si e' almeno scaricato il PDF?

    PDF? cos'è, un'accordatura aperta per ukulele a 3 corde ?
    Tornare in alto Andare in basso
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 3:20 pm

    Tabiai ha scritto:
    Whè sfinzi, in DADGAD ho composto due brani...ma alla fine mi annoia

    Ohi, senti chi fa il fighètto snob, pvima compone e poi si annoia, il pvincipino... (toma castagna!)
    Tornare in alto Andare in basso
    AlessandroA

    avatar

    Messaggi : 99
    Data d'iscrizione : 28.12.09
    Località : Saturno

    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 3:35 pm

    Moooolto interessante direi .....

    nel pdf c'è addirittura una "The Magic Farmer " Tuning per suonare l'omonimo brano in stile Will Ackermann ... !!!!!

    E bravo MarkSkyWalker !!




    sunny
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente http://www.myspace.com/alessandro.a
    MarkSkywalker

    avatar

    Messaggi : 821
    Data d'iscrizione : 24.10.09

    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 4:55 pm

    AlessandroA ha scritto:

    E bravo MarkSkyWalker !!

    Grazie mille....mi sembrava doveroso condividere con tutti
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    empty space

    avatar

    Messaggi : 275
    Data d'iscrizione : 04.12.09
    Età : 52
    Località : nord

    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Ven Set 10, 2010 5:04 pm

    mo' me lo scarico, grazie...visto adesso el thread.
    Sinceramente, a parte uno e un solo brano per acc.ra aperta, quando c'avevo più pazienza e creatività, oltre che tempo, io seppi comporre. Era sicuramente curioso e stimolante.
    per i rischi e risultati di un uso ripetuto e random di una acc.ra mi accodo a quello già detto da voi.
    Mettermi a studiare una sola o due open tunings al pari di quella standard per ottenerne la già mai finita padronanza su quest' ultima...non mi pare sano, nè proficuo.
    Ma, a questo mondo ci son tante teste afro matte e magari ci provano... Twisted Evil
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente http://www.acousticland.altervista.org
    ry



    Messaggi : 649
    Data d'iscrizione : 13.11.09

    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Mar Ott 19, 2010 5:25 pm

    Comunque ha ragione Marco : alla fine la DADGAD è composta da 3 note quindi la successione delle
    note sulle corde è come nella standard, anche se su ottave diverse.
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    domenick

    avatar

    Messaggi : 457
    Data d'iscrizione : 26.12.09
    Età : 54
    Località : Aesis

    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   Mar Ott 19, 2010 6:58 pm

    Ricorderei un'accordatura per quinte,anche se richiede un set up di corde particolare. La Nashville tuning,portata alla ribalta da Metheny con la baritona,che a sua volta la "copio' " da un chiropratico-?- -sentire "One Quiet Night".
    Sostanzialmente e'caratterizzata dal fatto che le due corde centrali (3a e 4a) si trovano un'ottava più in alto rispetto all'accordatura standard.
    Nashville Tuning su chitarra con diapason normale:
    1 corda - LA accordata normale - spessore 018
    2 corda - MI accordata normale - spessore 024w (avvolta)
    3 corda - DO accordata all' ottava alta - spessore 018
    4 corda - SOL accordata all' ottava alta - spessore 024w (avvolta)
    5 corda - RE accordata all' ottava bassa - spessore 056w (avvolta)
    6 corda - LA accordata all' ottava bassa - spessore 065w (avvolta)

    Il grande vantaggio di questa accordatura,di particolare effetto sulla baritona,e' che le "diteggiature"degli accordi sono uguali alla standard tuning.

    cyclops


    Ultima modifica di domenick il Mar Ott 19, 2010 7:11 pm, modificato 2 volte
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Contenuto sponsorizzato




    MessaggioTitolo: Re: Alternate Tunings Guide   

    Tornare in alto Andare in basso
     
    Alternate Tunings Guide
    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
    Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
     Argomenti simili
    -
    » Alternate Tunings Guide
    » Megahertz Guerra 2.0
    » Consigli e guide su impianto hi-fi

    Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
     :: SI PARLA DI MUSICA :: SPUNTI DI TECNICA E TEORIA MUSICALE-
    Andare verso: