Ciao a te e benvenuto nel forum della Associazione Culturale ZONACUSTICA. L'obiettivo di questo posto è dare spazio a chi ha voglia e bisogno di disquisire riguardo alla MUSICA ACUSTICA, con particolare attenzione per la musica di chitarra.
 
IndiceFAQCercaGruppiRegistratiAccedi
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Argomenti simili
  • » "blues and country acoustic guitar." villabalzana, vicenza
  • » Pierre's blues
  • » L' Armonica Blues
  • » Elvis Presley, the king never dies
  • » Blues che di piu' non si puo'.....
  • » dubbi, problemi, casini vari chiedo aiuto
  • » Finalmente dopo 15 Anni di Ricerche...
  • » Mi presento, e dopo vorrei aprire una domanda in un apposita sezione
  • » Dopo lunghe frequentazioni anonime ho deciso di iscrivermi...
  • » Ex factor. Che fine hanno fatto "gli altri"?
  • Ultimi argomenti
    » OPEN MIC DI SAN LORENZO, a Sprea , il 10 Agosto !
    Mar Ago 08, 2017 6:45 pm Da Jo

    » Presentazione
    Ven Lug 21, 2017 11:21 am Da Stephanox

    » Junior Brown ,troppo scarso !
    Mer Lug 19, 2017 2:02 pm Da Stephanox

    » Quanto tempo,,,,,,
    Lun Lug 10, 2017 6:29 am Da osvi

    » CHITARRE X SOGNARE XI Edizione
    Lun Lug 03, 2017 11:57 am Da pacoseven

    » Open Mic presso El Magasin "soto le visele"
    Gio Giu 29, 2017 1:25 am Da pacoseven

    » Un Paese a Sei Corde 2017
    Mer Giu 28, 2017 8:45 am Da spaola

    » Aiuto per una Tab
    Mar Giu 27, 2017 7:19 pm Da Mr.Ovescion

    » serata Bi-folks / Florio pozza
    Mar Giu 13, 2017 11:35 pm Da Jo

    » Le chitarre più brutte
    Lun Giu 05, 2017 9:03 am Da Guerino

    I link degli amici
    logo







    musicisti
    GIOVANNI FERRO
    Chi è in linea
    In totale ci sono 11 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 11 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

    Nessuno

    Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 61 il Ven Nov 18, 2011 4:34 pm

    Condividere | 
     

     Dopo il Country Blues...

    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
    AutoreMessaggio
    Sandro



    Messaggi : 584
    Data d'iscrizione : 14.11.10
    Età : 54
    Località : Vicenza

    MessaggioTitolo: Dopo il Country Blues...   Ven Mar 25, 2011 3:26 pm

    Negli ultimi tempi mi sono dedicato allo studio del country-blues, in particolare ho studiato sui libri di S.Grossman della serie Masters of Country Blues Guitar: Mississippi John Hurt, Blind Boy Fuller, ecc.

    Anche se non posso certo dire di padroneggiarli, vorrei però cambiare un po' genere.
    Cosa mi consigliate ?
    Mi piacerebbe qualcosa sempre in ambito Blues (magari più vicino ai gioeni nostri) e sempre solo fingerpicking.
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente http://www.facebook.com/sandro.boscaro
    perrycoloso

    avatar

    Messaggi : 1376
    Data d'iscrizione : 02.04.10
    Età : 33
    Località : rimini

    MessaggioTitolo: Re: Dopo il Country Blues...   Ven Mar 25, 2011 3:29 pm

    Sandro ha scritto:
    Negli ultimi tempi mi sono dedicato allo studio del country-blues, in particolare ho studiato sui libri di S.Grossman della serie Masters of Country Blues Guitar: Mississippi John Hurt, Blind Boy Fuller, ecc.

    Anche se non posso certo dire di padroneggiarli, vorrei però cambiare un po' genere.
    Cosa mi consigliate ?
    Mi piacerebbe qualcosa sempre in ambito Blues (magari più vicino ai gioeni nostri) e sempre solo fingerpicking.

    bottleneck e resofonica?già provato?
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Sandro



    Messaggi : 584
    Data d'iscrizione : 14.11.10
    Età : 54
    Località : Vicenza

    MessaggioTitolo: Re: Dopo il Country Blues...   Ven Mar 25, 2011 3:34 pm

    perrycoloso ha scritto:
    Sandro ha scritto:
    Negli ultimi tempi mi sono dedicato allo studio del country-blues, in particolare ho studiato sui libri di S.Grossman della serie Masters of Country Blues Guitar: Mississippi John Hurt, Blind Boy Fuller, ecc.

    Anche se non posso certo dire di padroneggiarli, vorrei però cambiare un po' genere.
    Cosa mi consigliate ?
    Mi piacerebbe qualcosa sempre in ambito Blues (magari più vicino ai gioeni nostri) e sempre solo fingerpicking.

    bottleneck e resofonica?già provato?

    La reso non ce l'ho. Il bottleneck l'ho provato, ma con risultati poco piacevoli Crying or Very sad
    Forse dovrei insistere...
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente http://www.facebook.com/sandro.boscaro
    perrycoloso

    avatar

    Messaggi : 1376
    Data d'iscrizione : 02.04.10
    Età : 33
    Località : rimini

    MessaggioTitolo: Re: Dopo il Country Blues...   Ven Mar 25, 2011 3:41 pm

    insisti insisti!!

    comunque ci sono delle reso belle a poco!recordin king o come la mia fender f48...robetta da poco...ma che suona bene e da soddisfazioni

    io poidopo il bottleneck di bronzo e di vetro dunlop ho ordinato alla modica cifra di eruo 12 un diamond botleneck veramente bello!su misura confortevole e divertente


    insomma c'è tanto da sperimentare.
    anche rimanendo sul genere country blues...
    apri in open G o open D e via...

    ti diverti , ti eserciti sulla pulizia del suono
    questa ad esempio è stato un mio traguardo st'estate...ammetto di averla semplificata molto, che col mio dobro (con su corde da elettrica Sad ) non venisse così e i suoni dei cantini mi duravano un quinto di come li fa lui...però è esaltante

    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Sandro



    Messaggi : 584
    Data d'iscrizione : 14.11.10
    Età : 54
    Località : Vicenza

    MessaggioTitolo: Re: Dopo il Country Blues...   Ven Mar 25, 2011 4:09 pm

    perrycoloso ha scritto:
    insisti insisti!!

    comunque ci sono delle reso belle a poco!recordin king o come la mia fender f48...robetta da poco...ma che suona bene e da soddisfazioni

    io poidopo il bottleneck di bronzo e di vetro dunlop ho ordinato alla modica cifra di eruo 12 un diamond botleneck veramente bello!su misura confortevole e divertente


    insomma c'è tanto da sperimentare.
    anche rimanendo sul genere country blues...
    apri in open G o open D e via...

    ti diverti , ti eserciti sulla pulizia del suono
    questa ad esempio è stato un mio traguardo st'estate...ammetto di averla semplificata molto, che col mio dobro (con su corde da elettrica Sad ) non venisse così e i suoni dei cantini mi duravano un quinto di come li fa lui...però è esaltante

    Farò un altro tentativo. Grazie Perry !

    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente http://www.facebook.com/sandro.boscaro
    perrycoloso

    avatar

    Messaggi : 1376
    Data d'iscrizione : 02.04.10
    Età : 33
    Località : rimini

    MessaggioTitolo: Re: Dopo il Country Blues...   Ven Mar 25, 2011 4:10 pm

    cheers cheers cheers cheers cheers

    delta blues!!
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    ry



    Messaggi : 649
    Data d'iscrizione : 13.11.09

    MessaggioTitolo: Re: Dopo il Country Blues...   Ven Mar 25, 2011 10:41 pm

    Sandro ha scritto:
    Negli ultimi tempi mi sono dedicato allo studio del country-blues, in particolare ho studiato sui libri di S.Grossman della serie Masters of Country Blues Guitar: Mississippi John Hurt, Blind Boy Fuller, ecc.

    Anche se non posso certo dire di padroneggiarli, vorrei però cambiare un po' genere.
    Cosa mi consigliate ?
    Mi piacerebbe qualcosa sempre in ambito Blues (magari più vicino ai gioeni nostri) e sempre solo fingerpicking.

    Gary Davis...
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Sandro



    Messaggi : 584
    Data d'iscrizione : 14.11.10
    Età : 54
    Località : Vicenza

    MessaggioTitolo: Re: Dopo il Country Blues...   Sab Mar 26, 2011 3:36 pm

    Bene,
    ho deciso di seguire il consiglio di Perry (grazie per le dettagliate informazioni in PM!) e darmi per un po' allo studio dello slide.
    Avrei voluto prendere un Diamond Bottleneck, ma ero troppo incerto sulla misura, quindi ho preferito prima passare in negozio e provare qualcosa lì.
    Ho preso un Dunlop in Pyrex diametro 17mm e mi pare calzare bene. No credo sia gran ché, è molto leggero, ma se mi troverò davvero bene con la misura ordinerò il Diamond.
    Ho anche provveduto ad alzare l'action della mia Lakewood inserendo sotto al ponte una strisciolina di materiale nobilissimo (ricavata dallo stecco di un Croccante Algida Very Happy ).
    Comincerò con Slide Basics di David Hamburger (!).
    Avete altro materiale da consigliarmi per iniziare ?
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente http://www.facebook.com/sandro.boscaro
    perrycoloso

    avatar

    Messaggi : 1376
    Data d'iscrizione : 02.04.10
    Età : 33
    Località : rimini

    MessaggioTitolo: Re: Dopo il Country Blues...   Sab Mar 26, 2011 3:48 pm

    Sandro ha scritto:
    Bene,
    ho deciso di seguire il consiglio di Perry (grazie per le dettagliate informazioni in PM!) e darmi per un po' allo studio dello slide.
    Avrei voluto prendere un Diamond Bottleneck, ma ero troppo incerto sulla misura, quindi ho preferito prima passare in negozio e provare qualcosa lì.
    Ho preso un Dunlop in Pyrex diametro 17mm e mi pare calzare bene. No credo sia gran ché, è molto leggero, ma se mi troverò davvero bene con la misura ordinerò il Diamond.
    Ho anche provveduto ad alzare l'action della mia Lakewood inserendo sotto al ponte una strisciolina di materiale nobilissimo (ricavata dallo stecco di un Croccante Algida Very Happy ).
    Comincerò con Slide Basics di David Hamburger (!).
    Avete altro materiale da consigliarmi per iniziare ?

    come detto in PM rispondo anche qua a beneficio di tutti

    I diamond conisgliatomi proprio da voi del forum è molto diverso dai dunlop, molto più bello (e anche sulla stessa fascia di prezzo, partono da 12 euro mi pare)
    consiglio di accostare anche uno slide in ottone, ottimo suono, più tagliente quasi "chirurgico Very Happy eviterei invece l'acciaio

    per alzare l'action ci sono anche dei NUT appositi a pochi euro su ebay che si mettono sopra il nut originale e si tolgono e metono con facilità, ma forse alzano troppo....e se lo stecco algida va bene allora meglio! Very Happy (attentoa non alzarlo troppo però! non è una lap steel! devi anche con facilità utilizzare le dita in maniera tradizionale)


    per la didattica mi sento di segnalare il sito e i video su youtube del bravissimo e disponibilissimo Sandro Agostini.

    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    francosignore

    avatar

    Messaggi : 1004
    Data d'iscrizione : 29.11.09
    Località : Campi Salentina -Salento

    MessaggioTitolo: Re: Dopo il Country Blues...   Sab Mar 26, 2011 5:56 pm

    Country Blues???? ma, esiste? è mai esistito?
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente http://www.francosignore.it
    ry



    Messaggi : 649
    Data d'iscrizione : 13.11.09

    MessaggioTitolo: Re: Dopo il Country Blues...   Sab Mar 26, 2011 6:12 pm

    ....mah...son definizioni...credo si debba intendere come precursore del City/Chicago Blues....

    E' come la definizione "Musica Classica" che vuol dire tutto e niente....imo.
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Contenuto sponsorizzato




    MessaggioTitolo: Re: Dopo il Country Blues...   

    Tornare in alto Andare in basso
     
    Dopo il Country Blues...
    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
    Pagina 1 di 1
     Argomenti simili
    -
    » Country Blues
    » Per chi ama il fingerstyle blues
    » montare corde medie su una blues king?
    » Gli U2: Difficile tornare a camminare dopo aver volato.
    » Fingerstyle, come iniziare?

    Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
     :: SI PARLA DI MUSICA :: SPUNTI DI TECNICA E TEORIA MUSICALE-
    Andare verso: