Ciao a te e benvenuto nel forum della Associazione Culturale ZONACUSTICA. L'obiettivo di questo posto è dare spazio a chi ha voglia e bisogno di disquisire riguardo alla MUSICA ACUSTICA, con particolare attenzione per la musica di chitarra.
 
IndiceFAQCercaGruppiRegistratiAccedi
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Argomenti simili
  • » 'Ordinary Love': la nuova canzone degli U2!
  • Ultimi argomenti
    I link degli amici
    logo







    musicisti
    GIOVANNI FERRO
    Chi è online?
    In totale ci sono 5 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 5 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

    Nessuno

    Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 61 il Ven Nov 18, 2011 4:34 pm

    Condividi | 
     

     IL PRIVILEGIO DELL’EMOZIONE

    Andare in basso 
    AutoreMessaggio
    pado_11769

    avatar

    Messaggi : 493
    Data d'iscrizione : 24.10.09
    Età : 48
    Località : Gavardo - BS

    MessaggioTitolo: IL PRIVILEGIO DELL’EMOZIONE   Dom Set 23, 2012 2:22 am

    E lucevan le stelle, e olezzava la terra …

    Ho conosciuto quest’aria meravigliosa durante i miei giorni universitari.

    Quasi per caso con amici di percorso ci imbattemmo in una serata dedicata all’Italia del “melodramma”.

    A quell’epoca, nel romanticismo, il nostro Paese era un punto di riferimento mondiale per la bellezza che riuscivano a generare compositori come, Mascagni, Bellini, Donizzetti, Puccini, Rossini, Verdi … e tanti altri.

    Ancora oggi, a distanza di oltre un centennio, milioni di spettatori riescono ad emozionarsi ascoltando l’OPERA!

    Il mio interesse per questa musica è rimasto, lo ammetto, allo stato embrionale. Mi sono lasciato sedurre solo da poche situazioni e questo, credo, sia un limite che prima o poi dovrà essere superato.

    Ad ogni modo è capitato ancora, come stasera, “di piangere” per una serie di note messe in fila … lì, una dietro l’altra … solo quelle necessarie per portare la mente al castello dell’angelo, nella capitale, dove il pittore attende la sua esecuzione e canta una romanza prima di vedere per l’ultima volta la sua amata Tosca.

    Un’ora fa ero seduto per terra nel centro di Brescia. Di fronte un palco e il tempio capitolino alle mie spalle. Suonano un pianoforte, Danilo Rea, ed una tromba “cruda”, Flavio Boltro.

    E’ il pianoforte a mettere in fila per primo quelle note … unendole agli accordi necessari per predisporre tutto il pubblico ad un silenzio meraviglioso è necessario.

    Quel silenzio mi permette di sentire il “respiro della musica”: ho la pelle d’oca e le lacrime agli occhi. Un privilegio l’emozione!



    a Danilo e Flavio il mio come l’applauso di tutta la platea!


    Ultima modifica di pado_11769 il Dom Set 23, 2012 11:51 am, modificato 1 volta
    Tornare in alto Andare in basso
    Visualizza il profilo dell'utente http://www.zonacustica.it
    Jo
    Admin
    avatar

    Messaggi : 2787
    Data d'iscrizione : 24.10.09
    Località : Colognola ai Colli

    MessaggioTitolo: Re: IL PRIVILEGIO DELL’EMOZIONE   Dom Set 23, 2012 9:34 am

    bella Pado!

    _________________
    jotube
    sito
    sunny  
    “Guitars should be played, not DISplayed”
    Tornare in alto Andare in basso
    Visualizza il profilo dell'utente
    luapnea

    avatar

    Messaggi : 800
    Data d'iscrizione : 29.10.09

    MessaggioTitolo: Re: IL PRIVILEGIO DELL’EMOZIONE   Ven Set 28, 2012 7:02 pm

    l'emozione di questo post, che Pado ci consegna con il suo stile sempre "melodico"..
    la rivivo ascoltando questa cosa qui..

    Tornare in alto Andare in basso
    Visualizza il profilo dell'utente
    luapnea

    avatar

    Messaggi : 800
    Data d'iscrizione : 29.10.09

    MessaggioTitolo: Re: IL PRIVILEGIO DELL’EMOZIONE   Ven Set 28, 2012 7:05 pm




    Io posso solo dire che l’improvvisazione è uno sport di full contact. Come si può pensare che il corpo possa stare fermo mentre la profondità emozionale e tutto quanto si muove nella tua testa è così intenso? Qualcosa deve muoversi o veramente rischi di morire. Credo che molte persone amerebbero muoversi e cantare mentre suonano, ma hanno paura di sembrare folli o di essere giudicate da altri che considerano questa cosa negativamente. La ragione per cui ho scelto di essere essenzialmente un improvvisatore è perché è un’esperienza totale. L’intelletto, l’emozione ed il corpo tutto premono NEL MOMENTO, che amplifica l’intensità. Ciò può non essere razionale, ma può essere logico.
    Y.Herman
    Tornare in alto Andare in basso
    Visualizza il profilo dell'utente
    aretna

    avatar

    Messaggi : 731
    Data d'iscrizione : 10.08.10
    Età : 52
    Località : Ravenna

    MessaggioTitolo: Re: IL PRIVILEGIO DELL’EMOZIONE   Ven Set 28, 2012 8:06 pm

    La mia signora è appassionata di opera.Io no,però alcune arie mi mettono i brividi,quando le ascolto.

    Tornare in alto Andare in basso
    Visualizza il profilo dell'utente
    Jo
    Admin
    avatar

    Messaggi : 2787
    Data d'iscrizione : 24.10.09
    Località : Colognola ai Colli

    MessaggioTitolo: Re: IL PRIVILEGIO DELL’EMOZIONE   Ven Set 28, 2012 9:14 pm

    Ecco un'opera di recente produzione, scritta dal grande Lucio Dalla, la trovo.. emozionante


    _________________
    jotube
    sito
    sunny  
    “Guitars should be played, not DISplayed”
    Tornare in alto Andare in basso
    Visualizza il profilo dell'utente
    Contenuto sponsorizzato




    MessaggioTitolo: Re: IL PRIVILEGIO DELL’EMOZIONE   

    Tornare in alto Andare in basso
     
    IL PRIVILEGIO DELL’EMOZIONE
    Tornare in alto 
    Pagina 1 di 1
     Argomenti simili
    -
    » MUSICA ED EMOZIONE
    » Come gestire l'emozione/agitazione

    Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
     :: SI PARLA DI MUSICA :: NON DI SOLA CHITARRA VIVE L'UOMO-
    Andare verso: