Ciao a te e benvenuto nel forum della Associazione Culturale ZONACUSTICA. L'obiettivo di questo posto è dare spazio a chi ha voglia e bisogno di disquisire riguardo alla MUSICA ACUSTICA, con particolare attenzione per la musica di chitarra.
 
IndiceFAQCercaGruppiRegistratiAccedi
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Argomenti simili
Ultimi argomenti
» Bob Brozman.. Parliamone
Ven Ott 26, 2018 11:31 am Da giuseppe.santagada

» Yamaha fg720s-12 e parlor vintage
Ven Ott 19, 2018 11:40 pm Da fabfor

» Dare una sistemata al forum
Ven Ago 17, 2018 8:45 am Da othellico

» digitech trio
Ven Lug 06, 2018 2:37 am Da pacoseven

» 2° Open Mic presso El Magasin "soto le visele"
Ven Giu 22, 2018 6:36 pm Da Sandro

» Grazie mille
Lun Giu 18, 2018 10:58 pm Da Guerino

» Quanto tempo 2...
Dom Giu 03, 2018 6:10 am Da osvi

» FLORIO POZZA
Gio Mag 31, 2018 6:26 am Da spaola

» Mi presento
Lun Mag 28, 2018 8:25 pm Da fabfor

» Ciao ragazzi, passavo di qui......
Mar Mag 22, 2018 11:19 pm Da Guerino

I link degli amici
logo







musicisti
GIOVANNI FERRO
Chi è online?
In totale ci sono 3 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 3 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 61 il Ven Nov 18, 2011 4:34 pm

Condividi | 
 

 Come gestire l'emozione/agitazione

Andare in basso 
AutoreMessaggio
othellico

avatar

Messaggi : 68
Data d'iscrizione : 01.02.14
Località : Vigonovo

MessaggioTitolo: Come gestire l'emozione/agitazione   Lun Mar 09, 2015 10:57 am

Ciao,
non sapevo bene dove lanciare questo post, ma il gruppo della tecnica mi pare opportuno. Dopotutto è proprio una tecnica che sto cercando, anche se per gestire un "problema" poco tecnico.
Come si fa a gestire l'emozione, soprattutto quando diventa agitazione, quella che ti fa tremare le mani? Esiste qualche tecnica per tenersi a fuoco sul pezzo ed evitare che le dita vadano per conto proprio?
Se facessero a me questa domanda, non saprei proprio come rispondere. Forse è questione di abitudine? Forse, ma non ne sono convinto.
Voi cosa ne pensate? Cosa suggerite?
Ciaooo

Claudio/Othellico
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
fabfor

avatar

Messaggi : 252
Data d'iscrizione : 20.11.11
Località : Viterbo

MessaggioTitolo: Re: Come gestire l'emozione/agitazione   Lun Mar 09, 2015 1:02 pm

Southern Comfort on the rocks... i primi due bicchieri. Poi liscio. Laughing Laughing
Scherzi a parte... non ti ci vedo a tremare (almeno non dai video che hai pubblicato) e in ogni caso penso che tutti subiscano l'emozione da palco, però se la preparazione è adeguata non penso ci siano problemi nemmeno a superare qualche momentaneo errorino. la cosa diventa pesante quando si va a suonare impreparati, allora sono dolori perchè si parte proprio con la consapevolezza di poter cannare...
Personalmente, le rare volte che suono in pubblico, cerco di focalizzarmi o sullo strumento (sono timido sostanzialmente) o su qualcuno tra il pubblico che conosce quel che faccio, preferibilmente mia moglie se c'è, così mi sento più tranquillo. La cosa peggiore è avere tra chi ti ascolta qualche altro chitarrista perchè stai tutto il tempo del pezzo a pensare: "come staro andando? che penserà?". Fanculo, ma possibile che sti chitarristi non abbiano mai nulla da fare???
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.luckypickup.tk
pacoseven

avatar

Messaggi : 1263
Data d'iscrizione : 17.11.09
Località : colli berici / tana degli orsi

MessaggioTitolo: Re: Come gestire l'emozione/agitazione   Lun Mar 09, 2015 4:15 pm

quando sono tornato sul palco , i primi open mic ,avevo difficoltà a tenere le mani sul manico della chitarra , figurati a suonare...
col tempo e l'abitudine le cose sono migliorate .
è utile : avere preparato bene i pezzi .
tenere presente che :sul palco ci sei tu in quel momento ed il palco è tuo (cit. Francesco Venturin)
cercare il contatto col pubblico (quel feeling che senti ma che non ti so descrivere ...sai di averlo quando per ottenere più silenzio abbassi il tuo volume anzichè alzarlo..) io ci arrivo tramite una battuta , se va a segno mi gaso e continuo , ma penso che ognuno debba avere il suo metodo.
Non fingere ma essere se stessi , inutile "sembrare " a proprio agio , il pubblico ti smaschera subito , meglio essere sinceri e dichiarare la propria emozione.
comunque sono migliorato ma l'emozione c'è sempre...ci deve essere.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
handpicker

avatar

Messaggi : 230
Data d'iscrizione : 09.11.10
Età : 56
Località : Vicenza

MessaggioTitolo: Re: Come gestire l'emozione/agitazione   Lun Mar 09, 2015 10:47 pm

Vorrei dire la mia condividendo quello che dice Pacoseven
.Anche a presentare concerti del calibro"Chitarre per Sognare"dove ci sono grandi artisti.....io che al massimo avevo presentato open mic tra amici.....presentare Franco Morone e Raffaella Luna e prima ancora Dario Fornara e l edizione precedente con Val Bonetti e altri artisti......bhe ritornare poi a presentare gli open mic l emozione é cmq grande e questo nn l ho mai capito e non cerco nemmeno di capirlo......l emozione  quando avviene colpisce in pieno........ sul palco con la mia chitarra mi sento bene......forse la chiave stava nel presentare....almeno per me è andata così.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://massimocarli.altervista.org
Giangi

avatar

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 26.11.09

MessaggioTitolo: Re: Come gestire l'emozione/agitazione   Mar Mar 10, 2015 3:20 pm

Ciao a tutti
L'emozione ci deve essere altrimenti che si suona a fare. Se non ci emozioniamo noi figuriamoci se si emoziona il pubblico.
Per quanto riguarda la "fifa" che genera tremarella e sudore alle mani ..........
beh l'unica salvezza è essere assolutamente convinti di quello che suoniamo. Il come dipende dalla serata; a volte meglio a volte peggio. MAI come vorremmo.
Ma se siamo VERAMENTE convinti, se amiamo VERAMENTE quello che suoniamo allo gli errori e le imprecisioni nell'esecuzione diventa irrilevanti. Per noi e per il pubblico.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
pacoseven

avatar

Messaggi : 1263
Data d'iscrizione : 17.11.09
Località : colli berici / tana degli orsi

MessaggioTitolo: Re: Come gestire l'emozione/agitazione   Mar Mar 10, 2015 5:02 pm

ciao Giangi , bentornato !
fatti vedere a qualche open mic! Se hai bisogno ti sistemiamo a dormire da qualche parte ( se il mio cane è d'accordo a cedere la cuccia...Scherzo !)
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
othellico

avatar

Messaggi : 68
Data d'iscrizione : 01.02.14
Località : Vigonovo

MessaggioTitolo: Re: Come gestire l'emozione/agitazione   Mar Mar 10, 2015 5:14 pm

Riciao a tutti,
ho aspettato un po' a rispondere, ma ho seguito post per post tutte le vostre risposte.
Cercando di non essere troppo prolisso:
- ringrazio fabfor per i complimenti; purtroppo l'agitazione che vivo quando studio, quando registro e quando suono live è di tre livelli completamente diversi; chi c'era domenica all'Open Mic sa di cosa parlo (e comunque devo dire che non mi è andata neanche tanto male, altre volte è stato molto peggio);
- ho trovato illuminanti le parole di Paco, che rispecchiano anche la mia esperienza; l'anno scorso, per esempio, ho suonato con Francioso; mi sono presentato sul palco dicendo "sono emozionato", sono riuscito a scatenare la risata del pubblico e dopo ho suonato meglio della media dei miei concerti;
- quasi tutti avete puntato sulla "padronanza" dei pezzi; anche questo lo sento molto concreto; in effetti un problema che vivo spesso è che non riesco a trovare il tempo per avere piena padronanza dei pezzi; sarà che ho bisogno di più tempo, sarà che quell'ora alla sera non basta, ma spesso mi "arrischio" sul palco senza una sicurezza solida... ed effettivamente la si paga.
Che fare dunque? Beh, ci lavorerò sopra. E vi farò sapere. Magari se il 16 maggio venite ad ascoltarmi a Tombelle potrete vederne i risultati (piccolo spazio pubblicità).
Ciaoooo
Claudio/Othellico
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
pacoseven

avatar

Messaggi : 1263
Data d'iscrizione : 17.11.09
Località : colli berici / tana degli orsi

MessaggioTitolo: Re: Come gestire l'emozione/agitazione   Mar Mar 10, 2015 5:54 pm

ho dimenticato una cosa: la respirazione.
Si tende a bloccare il respiro e respirare con la parte alta del busto.
Facendo esercizi di respirazione "addominale" si favorisce il rilassamento e l'emissione di vibrazioni positive verso il pubblico provenienti dall'addome .
Detto così sembra una cazzata , e forse lo è , ma con me funziona.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Jo
Admin
avatar

Messaggi : 2793
Data d'iscrizione : 24.10.09
Località : Colognola ai Colli

MessaggioTitolo: Re: Come gestire l'emozione/agitazione   Mer Mar 11, 2015 5:21 pm

sul palco bisogna vender cara la pelle!
iniziare con i brani che conosciamo meglio (quelli che sappiamo ad occhi chiusi) per darci modo di ambientarci, concederci la tremarella solo nel primo brano e poi dire a se stessi: ora basta, e poi, raggiunto il climax, ..divertirsi, altrimenti nessuno si diverte, fregarsene del giudizio, arrivare molto preparati (da abolire testi e accordi scritti, che significa non possedere abbastanza i brani) avendo suonato almeno 100 volte ciò che si va a proporre

_________________
jotube
sito
sunny  
“Guitars should be played, not DISplayed”
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Flatpicker89

avatar

Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 04.12.14
Età : 29
Località : Vicenza

MessaggioTitolo: Re: Come gestire l'emozione/agitazione   Ven Mar 13, 2015 1:00 pm

Condivido tutto quello che avete detto. Non avro` tanta esperienza sul palco quanta ne avete voi, ma anche a me succede di essere iper agitata prima di suonare. L'unica e` proprio la convinzione e la passione per quello che si fa.
E il divertimento. E` la prima cosa che il pubblico percepisce...se chi sta suonando sta bene sul palco e si sta divertendo. Poi tutto viene da se`.

Ciao!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
pacoseven

avatar

Messaggi : 1263
Data d'iscrizione : 17.11.09
Località : colli berici / tana degli orsi

MessaggioTitolo: Re: Come gestire l'emozione/agitazione   Ven Mar 13, 2015 2:59 pm

ulteriori aggiunte :
1)ricordarsi che sulla carta d'identità c'è scritto impiegato , oppure muratore , o gigolò, etc., ma non musicista
2) accettare la sfida : magari non ogni volta , ma ogni tanto , spingersi oltre , senza rete , a fare qualcosa che ci spaventa. (per me ,cantare senza testo ,che so benissimo a memoria , ma che a volte l'emozione mi fa dimenticare , oppure fare un pezzo non programmato ,magari non provato tantissimo , sfidando se stessi ) questa è una cosa che la volta successiva ti dà grande sicurezza , perchè pensi , cazzo, l'altra volta ho fatto acrobazie ,vuoi che caschi adesso che devo solo camminare..
magari meglio non farlo quando devi suonare a wembley , ma in un ambiente amico si può provare...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
luapnea

avatar

Messaggi : 800
Data d'iscrizione : 29.10.09

MessaggioTitolo: Re: Come gestire l'emozione/agitazione   Lun Mar 16, 2015 3:42 pm

Laughing Laughing non andare a suonare in pubblico se non si è capaci! Sembra banale afro
a parte questo paradosso...
Ci si riesce, per i più timorosi se si fa una scuola, dove piano piano suonando assieme si supera la paura!
Da autodidatti, invece, farlo ad un certo punto della vita è una gran bella prova!

se suono e sbaglio molto è meglio ascoltare lol!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Come gestire l'emozione/agitazione   

Torna in alto Andare in basso
 
Come gestire l'emozione/agitazione
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Come gestire l'emozione/agitazione

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: SI PARLA DI MUSICA :: SPUNTI DI TECNICA E TEORIA MUSICALE-
Vai verso: