Ciao a te e benvenuto nel forum della Associazione Culturale ZONACUSTICA. L'obiettivo di questo posto è dare spazio a chi ha voglia e bisogno di disquisire riguardo alla MUSICA ACUSTICA, con particolare attenzione per la musica di chitarra.
 
IndiceFAQCercaGruppiRegistratiAccedi
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Argomenti simili
  • » Perche piace il "nuovo" Mengoni ?
  • » Perchè Sanremo è Sanremo? Quiz #2
  • » Bere tè Nestea fa male...
  • » Perche' la HF2 mi piace cosi' tanto ?
  • » negozi hi fi hi end "esoterici" in tutto...
  • » Amazon: stesso prodotto due prezzi diversi
  • » Perché i vinili suonano meglio dei CD
  • Ultimi argomenti
    » Aiuto per una Tab
    Oggi alle 10:14 am Da Jo

    » Open Mic presso El Magasin "soto le visele"
    Oggi alle 12:20 am Da pacoseven

    » serata Bi-folks / Florio pozza
    Mar Giu 13, 2017 11:35 pm Da Jo

    » Le chitarre più brutte
    Lun Giu 05, 2017 9:03 am Da Guerino

    » Present-azione (Azione del presentarsi...)
    Mer Mag 31, 2017 9:36 am Da Gian

    » Vengo anch'io (...)
    Mer Mag 24, 2017 9:58 am Da Jo

    » Guitar show Padova 21 maggio
    Lun Mag 22, 2017 5:44 pm Da pacoseven

    » chitarra per iniziare
    Dom Mag 21, 2017 4:23 pm Da Flatpicker89

    » CHITARRE X SOGNARE XI Edizione
    Mer Mag 17, 2017 2:35 pm Da Jo

    » FRANCO MORONE: Seminario annuale
    Mer Mag 17, 2017 11:40 am Da Jo

    I link degli amici
    logo







    musicisti
    GIOVANNI FERRO
    Chi è in linea
    In totale ci sono 7 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 7 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

    Nessuno

    Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 61 il Ven Nov 18, 2011 4:34 pm

    Condividere | 
     

     Il plettro: si, no, perche?

    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
    AutoreMessaggio
    maxmarto1

    avatar

    Messaggi : 76
    Data d'iscrizione : 24.03.10
    Età : 47
    Località : Genova

    MessaggioTitolo: Il plettro: si, no, perche?   Dom Mar 28, 2010 1:42 am

    Ciao a tutti,

    ultimamente, contrariamente al mio credo chitarristico, sto scoprendo che con il plettro si possono fare cosette discrete ... soprattutto in duo, affiorano parti impensabili da eseguire con la tecnica classica (Ralph Towner a parte, e vabè....) e mi sta prendendo, con gravissimo ritardo, una certa riammirazione per Al di Meola, abbandonato da tempo ...

    Voi che rapporto avete col plettro? Da un lato ho il timore di perdere "la mano", dall'altra mi attizza non poco ... che faccio? cyclops
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Jo
    Admin
    avatar

    Messaggi : 2779
    Data d'iscrizione : 24.10.09
    Località : Colognola ai Colli

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Dom Mar 28, 2010 1:53 am

    vai, suona, senza ritegno, senza confini, senzatetto

    _________________
    jotube
    sito
    sunny  
    “Guitars should be played, not DISplayed”
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Dom Mar 28, 2010 1:59 am

    Jo ha scritto:
    vai, suona, senza ritegno, senza confini, senzatetto

    Si ! cheers

    Io ho un rapporto bellissimo con il plettro ... I love you

    Giochicchio con il fingerstyle, ma difficile passi un giorno senza aver un plettro in mano ... Very Happy

    Credo si possa anche escludere di perdere la mano, sopratutto in casi come il tuo ... Wink
    Tornare in alto Andare in basso
    maxmarto1

    avatar

    Messaggi : 76
    Data d'iscrizione : 24.03.10
    Età : 47
    Località : Genova

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Dom Mar 28, 2010 2:20 am

    Grazie per l'incoraggiamento, allora .... mi butto sul plettro (magari provando a non rendere troppo amorfa la mano dx) .... buonanotte, sono cotto e vado a nanna!!

    W la chitarra e la musica!

    ps: si respira aria pulita qui, mi sento a mio agio e vi ringrazio, davvero!

    A presto!

    Max Wink
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Dom Mar 28, 2010 9:22 am

    maxmarto1 ha scritto:


    W la chitarra e la musica!

    cheers cheers cheers

    Tornare in alto Andare in basso
    luapnea

    avatar

    Messaggi : 800
    Data d'iscrizione : 29.10.09

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Dom Mar 28, 2010 11:33 am

    devo dire che io ho un rapporto..... splettrale cat
    drunken drunken drunken drunken

    vedo certa gente che ci suona di tutto, ma proprio tutto cheers cheers
    cosa c'entra l'aria? Laughing suoni col plettro respirando aria di montagna? geek
    lol! lol!
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Dom Mar 28, 2010 6:09 pm

    Non potrei farne a meno, ne ho di tutti i materiali, tortoise (hi hi hi), caseina, palissandro, ebano, delrin, policarbonato, osso, e anche di materiali sconosciuti provenienti probabilmente da altre galassie. Da quando sono entrato nel mondo dello hibryd picking sono diventato un po' maniaco, o forse solo più esigente, fatto sta che certi pezzi li suono con un plettro piuttosto che con un altro, non solo per forma ma soprattutto per materiale, spessore e sonorità che ne ottengo, a seconda dell'umore o della sensibilità del giorno. Provare per credere.
    Tornare in alto Andare in basso
    flaviop

    avatar

    Messaggi : 199
    Data d'iscrizione : 28.02.10
    Età : 59
    Località : Bovisio Masciago MB

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Dom Mar 28, 2010 6:37 pm

    ALLORA a Maranello porto un po di materiali strani...
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Guidog

    avatar

    Messaggi : 542
    Data d'iscrizione : 27.10.09
    Età : 56
    Località : Milano

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Dom Mar 28, 2010 8:40 pm

    il plettro ha un unico difetto: lentamente ma inesorabilmente ti scivola via dalle dita... Suspect
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Dom Mar 28, 2010 8:52 pm

    Guidog ha scritto:
    il plettro ha un unico difetto: lentamente ma inesorabilmente ti scivola via dalle dita... Suspect

    I tuoi...Mai provato Wegen? BlueChip? Dugain?
    Tornare in alto Andare in basso
    ry



    Messaggi : 649
    Data d'iscrizione : 13.11.09

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Lun Mar 29, 2010 11:46 am

    Guidog ha scritto:
    il plettro ha un unico difetto: lentamente ma inesorabilmente ti scivola via dalle dita... Suspect


    .....jeff beck docet : ha smesso di usarlo x questo motivo...


    Comunque anni fa, al termine di un concerto Beppe Gambetta ha tirato fuori i fingerpicks ed ha eseguito un pezzo al fulmicotone....quindi non è che col plettro perdi qualcosa....
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    francort

    avatar

    Messaggi : 591
    Data d'iscrizione : 26.10.09
    Età : 63
    Località : Milano

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Lun Mar 29, 2010 1:17 pm

    Ho imparato con le dita. Poi per anni ho usato il plettro. Po per altrettanti anni ho usato di nuovo solo le dita. Ultimamente ho ripreso il plettro: non ci ho messo moltissimo a ricordarmi come si fa (non che poi sia sto gran fulmine lubrificato...). Adesso alterno i due modi e mi pare che ci si possa abituare a farli convivere. D'altro canto con il plettro ci sono colori che riesco a tirar fuoi solo così. Perfino la sinistra si muove diversamente ... Perchè negarsi qualcosa dunque?
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    cattanic

    avatar

    Messaggi : 352
    Data d'iscrizione : 22.11.09
    Età : 45

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Lun Mar 29, 2010 2:00 pm

    l'unica controindicazione è che irrigidisce un po' il polso della destra cosa che da fastidio con un' impostazione classica. peraltro questo succede solo quando non si è tanto in forma.
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente http://www.nicolacattaneo.eu
    Guidog

    avatar

    Messaggi : 542
    Data d'iscrizione : 27.10.09
    Età : 56
    Località : Milano

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Lun Mar 29, 2010 3:53 pm

    MeMyGuitar ha scritto:
    Guidog ha scritto:
    il plettro ha un unico difetto: lentamente ma inesorabilmente ti scivola via dalle dita... Suspect

    I tuoi...Mai provato Wegen? BlueChip? Dugain?

    no, no e ancora no. Spero tu li porti a maranello, cosi' li provo, io portero' le mie dita
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    maxmarto1

    avatar

    Messaggi : 76
    Data d'iscrizione : 24.03.10
    Età : 47
    Località : Genova

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Lun Mar 29, 2010 5:08 pm

    francort ha scritto:
    Ho imparato con le dita. Poi per anni ho usato il plettro. Po per altrettanti anni ho usato di nuovo solo le dita. Ultimamente ho ripreso il plettro: non ci ho messo moltissimo a ricordarmi come si fa (non che poi sia sto gran fulmine lubrificato...). Adesso alterno i due modi e mi pare che ci si possa abituare a farli convivere. D'altro canto con il plettro ci sono colori che riesco a tirar fuoi solo così. Perfino la sinistra si muove diversamente ... Perchè negarsi qualcosa dunque?

    Caro Francort .. ecco appunto .. hai sintetizzato quello che è anche il mio percorso fino ad oggi, ma soprattutto il punto è prorpio questo: perchè negarsi qualcosa?

    All'inizio della "ripresa" ero restio .. avendo frequentato mondi classici, la titubanza è insita nel microchip in dotazione Razz .... anche suonando in duo, avevo ottenuto una discreta fluidità col "picado" o tocco appoggiato che dir si voglia ... poi un giorno ho provato col plettro e ... pero'!

    Alla prossima puntata,
    Max

    ps: grazie a tutti, ovviamente!
    Wink
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Ospite
    Ospite



    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Lun Mar 29, 2010 5:09 pm

    Guidog ha scritto:
    MeMyGuitar ha scritto:
    Guidog ha scritto:
    il plettro ha un unico difetto: lentamente ma inesorabilmente ti scivola via dalle dita... Suspect

    I tuoi...Mai provato Wegen? BlueChip? Dugain?

    no, no e ancora no. Spero tu li porti a maranello, cosi' li provo, io portero' le mie dita

    Porto tutto quello che ho, prove libere e gratuite Laughing
    Tornare in alto Andare in basso
    maxmarto1

    avatar

    Messaggi : 76
    Data d'iscrizione : 24.03.10
    Età : 47
    Località : Genova

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Lun Mar 29, 2010 5:11 pm

    cattanic ha scritto:
    l'unica controindicazione è che irrigidisce un po' il polso della destra cosa che da fastidio con un' impostazione classica. peraltro questo succede solo quando non si è tanto in forma.

    Ciao Cattanic,

    quanto affermi è proprio la causa delle "titubanze" .... pero' ho notato che anche dopo fraseggi lunghi col tocco appoggiato, quando riprendi la destra in arpeggio le cose non sono poi molto differenti, ci vuole un pò di tempo per tornare fluidi, almeno per me .... insomma .. viva l'alternanza!

    A presto,
    Max Wink
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    MarkSkywalker

    avatar

    Messaggi : 821
    Data d'iscrizione : 24.10.09

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Lun Mar 29, 2010 5:51 pm

    Ci sono brani che non rendono in fingerstyle e brani che non rendono con il plettro....a mio parere non si riesce a fare tutto con uno o con l'altro parlando in termini di colori (come dice Francort).

    Quando studio un brano di solito provo la melodia prima con le dita e poi con il plettro e poi lo arrangio nella maniera piu' consona al mio orecchio.

    Sono due tecniche diverse e secondo me devono essere portate avanti insieme....non sopporto le persone che dicono "io suono fingerstyle" o "io sono un flatpicker" , dovrebbe solo essere "io suono la chitarra".
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    maxmarto1

    avatar

    Messaggi : 76
    Data d'iscrizione : 24.03.10
    Età : 47
    Località : Genova

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Lun Mar 29, 2010 6:00 pm

    MarkSkywalker ha scritto:
    Ci sono brani che non rendono in fingerstyle e brani che non rendono con il plettro....a mio parere non si riesce a fare tutto con uno o con l'altro parlando in termini di colori (come dice Francort).

    Quando studio un brano di solito provo la melodia prima con le dita e poi con il plettro e poi lo arrangio nella maniera piu' consona al mio orecchio.

    Sono due tecniche diverse e secondo me devono essere portate avanti insieme....non sopporto le persone che dicono "io suono fingerstyle" o "io sono un flatpicker" , dovrebbe solo essere "io suono la chitarra".


    Sono d'accordo con te Mark, quando ascolto/vedo Pat Metheny passare da un arpeggio ad una frase plettrata resto basito ... è solo necessario crederci e soprattutto non deve essere un "nascondersi dietro al dito" .. della serie """"non ci riesco e passo al plettro e viceversa" ... in fondo il tentativo sarebbe quello di fare musica!

    Max Wink
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    MassimoValli

    avatar

    Messaggi : 437
    Data d'iscrizione : 17.11.09
    Età : 51
    Località : mestre

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Lun Mar 29, 2010 6:28 pm

    io adoro il flatpicking si sa ormai.
    ma non ne so suonare una nota.
    il plettro lo uso: il dava verde.
    ma penso che farò qualche studio...anche se con le dita mi trovo meglio...
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente http://www.massimovalli.it
    zapart60

    avatar

    Messaggi : 595
    Data d'iscrizione : 03.11.09
    Età : 57
    Località : Roma

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Lun Mar 29, 2010 10:30 pm

    A me piace il plettro e parecchio .... ne ho provati diversi dal classico medium fender in plastica (giallo -me lo sono tatuato) al Dunlop Tortex morbidi (medium o light) fino ai Dunlop Big Stubby (3 mm) ultimamente ho provato anche i Pro Plec della D'Andrea 1.5 mm (bella risposta rotonda e calda - ovviamente gli alti un po' si perdono) i Teckpick in metallo affraid, un plettro in ebano (jumbo) ed un Thumbpick della Fender con un ottima presa sul pollice e buona resa acustica. Sono curiosissimo di provare plettri in osso o in pietre dure !

    Certo non tutto si può fare col plettro a volte bisogna per forza o andare in tecnica mista o buttare via tutto e darci giù di unghie ... ma l'importante è suonare più che si può Wink !

    (soprattutto adesso che sto' reimpostando la sinistra, e pure la destra, sotto lo sguardo vigile e severo del teacher di chitarra moderna Evil or Very Mad )

    Me&My ha scritto:
    Porto tutto quello che ho, prove libere e gratuite Laughing


    grazie Massimo cheers !

    guidog ha scritto:

    il plettro ha un unico difetto: lentamente ma inesorabilmente ti scivola via dalle dita... Suspect

    purtroppo bisogna stringerlo bene (anche se a vedere Pat [che lo tiene leggerissimo tra pollice e indice] uno può dire: ' Allora lo faccio anch'io ! ' ma Pat è Pat drunken !) Wink !!!

    Enrico
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente http://zapart60@interfree.it
    perrycoloso

    avatar

    Messaggi : 1376
    Data d'iscrizione : 02.04.10
    Età : 33
    Località : rimini

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Ven Apr 02, 2010 11:54 am

    Guidog ha scritto:
    il plettro ha un unico difetto: lentamente ma inesorabilmente ti scivola via dalle dita... Suspect

    come ti capisco...quei live con 8plettri in tasca 4 infilati nella tracolla della chitarra e29caduti in mezzo al pubblico! rabbit
    sinceramente io sono un neofita del fingerpicking però non mi sento di dire che sia meglio una tecnica di un'altra
    forse dipende da quello che vuoi esprimere con la musica, a volte ci vuole il plettro altre no...l'unica cosa da fare secondo me è imparare al meglio delle proprie capacità ogni tecnica e poi scegliere!
    come dicevo a uno dei miei2 allievi: con una cinquecento vai tranquillo ai 50 ma più degli 80 non fai!con un ferrari puoi scegliere se andare ai 50 agli 80 o ai 300!...più cose sai fare meglio riuscirai ad esprimere la tua musica!dalle cose semplicissime alle cose supertecniche
    quindi ben venga anche il plettro!
    anche se cade dalle dita
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    domenick

    avatar

    Messaggi : 457
    Data d'iscrizione : 26.12.09
    Età : 54
    Località : Aesis

    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   Ven Apr 02, 2010 4:34 pm

    Qualcuno ha -o ha notizie-dei plettri prodotti dalla Taylor che in giro manco l'ombra?
    Tornare in alto Andare in basso
    Vedi il profilo dell'utente
    Contenuto sponsorizzato




    MessaggioTitolo: Re: Il plettro: si, no, perche?   

    Tornare in alto Andare in basso
     
    Il plettro: si, no, perche?
    Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
    Pagina 1 di 1
     Argomenti simili
    -
    » Eliminare il plettro
    » I Diritti del Lettore di Daniel Pennac
    » Punte coniche
    » audio CD musica classica e fruscio
    » Cavi cavi cavi ma come fanno questi cavi???

    Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
     :: SI PARLA DI MUSICA :: SPUNTI DI TECNICA E TEORIA MUSICALE-
    Andare verso: